Tripel B & SiVuPlè Foodpairing Box – Birra belga e formaggi francesi

Cari amici, vi ringraziamo davvero tantissimo della partecipazione ai nostri eventi di foodpairing dei giorni scorsi, in cui abbiamo sperimentato l’incontro fra due grandi eccellenze – la birra belga e i formaggi francesi!
Le due serate sono andate rapidamente in sold out, e per ringraziarvi abbiamo pensato ad un’opportunità speciale: nei prossimi giorni e fino ad esaurimento scorte sarà possibile acquistare il pacchetto della degustazione di “Birra Belga e Formaggi Francesi” ad un prezzo davvero unico! In questo modo, potrete gustare anche a casa le accoppiate birra & formaggio che avete potuto apprezzare da Si Vu Plè e ripetere l’esperienza di questo matrimonio fra sapori incredibili.

 

NOTA BENE: ogni “Tripel B & SiVuPlè Foodpairing Box” contiene le birre e i formaggi degustati durante la serata di foodpairing, in dosi per un aperitivo gourmet per 2/3 persone (4 bottiglie di birra per un totale di circa 1,5 litri  + 4 dosi di formaggio per un totale di circa 400 gr)
Costo: solo 25,00 €!

 

Tripel B & SiVuPlè Foodpairing Box (per 2/3 persone): 25 €

 

PRENOTAZIONE FORTEMENTE CONSIGLIATA (quantità limitata!) attraverso numero tel: 0114279854 o email: info@si-vu-ple.com

 

foopairing-box-birra-belga-formaggi-francesi-01

 

I formaggi e le birre del FoodPairing Box

 

1) Quinto & Valencay

 

DEGUSTAZIONE: il formaggio dalla pasta liscia e soda ma che rimane cremosa al palato ha richiesto in abbinamento una birra leggera in bocca, caratterizzata da molte bollicine “sottili”, che stuzzicano adeguatamente il palato.

 

Quinto (Belgian Ale Blond, 5%)

“Quinto” è il nome italiano scelto per la quinta birra targata Vicaris, un birrificio a conduzione familiare di Sint-Gillis-Bij-Dendermonde (Fiandre Orientali). La scelta del nome è legata alle attrezzature “made in Italy” con cui viene prodotta. Cinque sono anche i suoi gradi.
E’ una birra bionda ad alta fermentazione, con rifermentazione in bottiglia. E’ basata sulla stessa ricetta della Vicaris Tripel e ne condivide la morbidezza, l’accessibilità e il ricco aroma – ma ha solo 5%!

Profumo: offre sentori floreali, di miele, crosta di pane, arancio e qualche sfumatura di albicocca. 

Gusto: ripropone al palato quanto espresso nell’aroma; con intensità e fragranza.

 

Valençay

Formaggio di capra da latte crudo, ha una sottile crosta di carbone vegetale, edibile, grigio cenere antracite e blu. La pasta bianca, omogenea, liscia e sottile attacca un po’ al palato. Il suo sapore è cremoso, leggermente acidulo, con retrogusto di nocciola.

La leggenda vuole che il formaggio Valencay avesse precedentemente una forma piramidale, ma durante una visita al ministro Talleyrand al castello di Valencay, l’Imperatore Napoleone abbia ordinato di decapitare tutti quei formaggi poiché gli ricordavano la sua sfortunata campagna in Egitto. Probabilmente, più prosaicamente, la forma proviene semplicemente da produttori locali che hanno voluto differenziarla da quella del Pouligny.

2) Boon Oude Geuze & Brillat Savarin

 

DEGUSTAZIONE: questa birra secca e acida “taglia” il Brillat Savarin come un coltello caldo farebbe con il burro.

 

Boon Oude Geuze (Oude Gueuze, 6,5%)

Frank Boon oltre ad essere tra i più grandi e conosciuti produttori al mondo di birre Lambic (birra a fermentazione spontanea che richiede più tempo di ogni altra birra per essere prodotta ed è particolarmente difficile da vendere, data la complessità del gusto), ha rivitalizzato il settore, di cui è diventato un abile portavoce. La sua Oude Geuze è un bland di diverse annate di birre lambic prodotto nel rispetto del metodo tradizionale con invecchiamento in botti di rovere.

Profumo: Aroma molto fresco, fruttato con note di limone, pepe, vaniglia e legno di cedro.

Gusto: equilibrato, di aceto di mele e mosto d’uva, con un finale legnoso, secco.

 

Brillat Savarin

Brillat Savarin è il nome dal famoso gastronomo e politico del XVIII secolo, ben noto per la sua enorme cultura del formaggio, cui è attribuita la celebre frase “Un pasto senza formaggio è come una bella donna a cui manca un occhio”.

Nel 1930, il celebre produttore di formaggi parigino Henry Androuet decise di dedicare proprio a Brillat Savarin questo “lussurioso” esemplare di arte casearia.

Questo formaggio favoloso di latte vaccino, tripla crema, della Normandia è a pasta molle e crosta fiorita edibile di colore bianco candido, con il 37% di materia grassa.

3) Bertinchamps Brune & Roquefort

DEGUSTAZIONE: di questo formaggio dal gusto forte, acidulo e soprattutto salato, la combinazione con questa splendida brune, densa e dolce, esalta l’elegante cremosità.

 

Bertinchamps Brune (belgian speciality Ale, scura, 7%)

Bertinchamps è il nome di un giovane birrificio artigianale, nella parte francofona del Belgio.

E’ qui che la famiglia Humblet, in una fattoria risalente a circa 700 anni fa, dopo profondi lavori di ristrutturazione, ha installato nel vecchio fienile un impianto ultramoderno.

Dal 2013 è iniziata la produzione a cui partecipa tutta la famiglia e il successo è stato immediato e crescente grazie alla alta qualità del prodotto e alla scelta di prediligere un modo di fare la birra all’antica, puro malto e luppolo senza l’aggiunta di spezie o additivi.

Profumo: note di caffè dovute alla tostatura dei malti.

Gusto: equilibrata, densa, con un gusto dolce e per nulla acido. È presente una leggera nota di cioccolato fondente come retrogusto finale.

 

Roquefort

Formaggio di pecora di latte crudo, riconosciuto a livello mondiale come il re dei formaggi venati.

Sono numerose le testimonianze che fanno risalire questo erborinato all’epoca romana.
Nel 1411 Carlo VI concesse agli abitanti della cittadina di Roquefort il monopolio della produzione di questo formaggio che ancora oggi, come allora, viene affinato e stagionato esclusivamente nelle grotte naturali di pietra del Mont Combalou, nella comunità Roquefort-sur-Sulzon. (Francia del Sud).

Nel 1925 ottenne la “Apellation d’Origine controlee” ed è stato il primo formaggio a riceverla.

Presenta una pasta untuosa, compatta, di colore avorio con muffe di colore azzurro.

4) Hertenheer – King of Hearts & Munster Fermier

 

DEGUSTAZIONE: questo formaggio dal gusto intenso trova nell’amarezza della birra Re di Cuori di Het Nest il perfetto abbinamento per esaltarne la finezza.

 

Hertenheer – King of Hearts (Belgian Ale Blond, 6,5%)

Re di cuori è dedicata agli appassionati di una birra luppolata e veramente amara. E’ prodotta con i migliori luppoli europei dal giovane birrificio Het Nest, di Turnhout, nella provincia di Anversa.

La loro storia di successo (le loro birre hanno vinto riconoscimenti internazionali e sono già esportate al di fuori dell’Europa) racconta di 8 amici che fondano una associazione di assaggio delle birre, nel 2007 frequentano un corso di birrificazione, fondano il Bierfirm e lo scorso anno la produzione in un impianto proprio.

Profumo: note di scorza di limone, mango fruttato, pesca, torta dolce, un po’ di miele.

Gusto: mix gradevole di malto tostato in un sottofondo fruttato ma con finale amaro.

 

Munster fermier

E’ il famoso formaggio alsaziano, di latte crudo vaccino. Ha una crosta liscia, umida, di colore giallo arancio. L’impasto giallo chiaro è morbido. Il suo sapore fine ed intenso. Il suo odore è forte, dominante. La perfetta combinazione di potenza e finezza!

Questo formaggio è stato creato nel Medioevo dai monaci benedettini, provenienti dall’Italia e fermatisi sui monti Vosgi, al fine di alimentare tutto l’anno, la popolazione circostante.

Dopo almeno trenta giorni di stagionatura in cantina umida e ventilata e un processo di affinamento che prevede che la forma sia girata ogni 2 giorni e sfregata con la salamoia con una tela, il Munster è pronto per essere gustato. E ‘stato riconosciuto AOP nel 1969.

No Comments

Post a Comment